Antonella Caroli

La sezione femminile della Trieste K.K. Staats Gewerbeschule

intervento di Antonella Caroli – presidente Italia Nostra Trieste

Arti applicate femminili che a Trieste, a Vienna, in Germania e in Europa sono state protagoniste del momento artistico più importante che ha segnato il passaggio dall’artigianato alla produzione artistica in serie.

Questa esposizione è occasione di conoscenza della cultura artistica delle donne che a Trieste nasce e si sviluppa, verso la fine dell’ottocento nella sezione femminile della Kaiserliche Koenigliche Staats Gewerbeschule. Molti ancora non sanno che nell’edificio storico di via Battisti 27, nella primavera del 1887 fu affidato all’arch. Carlo Hesky l’incarico di fondare anche a Trieste, come in altre città dell’Impero, una Scuola industriale collegata con Österreichisches Museum für angewandte Kunst di Vienna. La scelta di Trieste fu dovuta anche al fatto che esisteva una Scuola triestina di disegno fondata dal Barone Revoltella e dall’impresario Francesco Gossleth.
La scuola superiore aveva vari indirizzi che permettevano l’accesso ai politecnici austriaci. Tra i docenti si trovano i nomi dei più importanti architetti e artisti della Trieste “fien de siecle” come Braidotti, Enrico Nordio, Scomparini, Wostry, mentre tra gli allievi figurano quegli architetti che hanno dato un carattere particolare all’architettura della città e del porto come Giorgio Zaninovich, e il costruttore navale Nicolò Costanzi. Accanto a questi indirizzi, c’era una scuola per capi d’arte: La sezione pittori-decoratori, che ebbe come insegnanti Scomparini nel primo
periodo, e Wostry in quello successivo, e come allievi i pittori più importanti della prima metà del secolo (tra gli altri Dudovich, Croatto, Marussig, Timmel, Lucano, Orell e Cernigoj); la sezione scalpellini, frequentata da Selva, Rovan e Mascherini. Presso la Triest Stadt Gewerbe Schule si era affermata una sezione femminile, sezione di Ricamo e Merletti con le maestre Anna DeCastro, Eugenia Kersich, Ines Maffei-Nevrly, Maria Semek.
Alla prima classe venivano ammesse allieve che avevano compiuto il quattordicesimo anno di età, frequentato la scuola popolare (almeno la V classe) e che dimostravano di avere delle abilità nell’arte del ricamo. Le allieve frequentavano anche lezioni di Cultura generale, aritmetica e geometria, Elementi di scienze e tecnologia, disegno, Governo domestico ed esercitazioni, lavoro ed educazione fisica. A completamento della preparazione venivano svolti corsi di tecnologia e merceologia per permettere la conoscenza pratica delle materie prime e delle merci usate nell’industrie dell’abbigliamento, in quelle relative all’alimentazione e all’arredamento della casa. Il corso di tecnologia comportava anche per le alunne l’esecuzione di lavorazioni nei laboratori, trattare degli arnesi e delle macchine e illustrarne funzionamento e manutenzione. Nell’ultimo anno si svolgeva anche un corso di arte applicata che riguardava in particolare la parte decorativa dell’abbigliamento e dell’arredamento domestico. L’insegnamento si svolgeva nei laboratori dove si presentavano oggetti artistici e si riproducevano.
Le allieve preparavano a fine anno numerose esposizioni e fiere che illustravano lo sviluppo della moda nelle  varie epoche, comprendente sia il vestiario che gli accessori dell’abbigliamento, anche applicazioni artistiche nella decorazione della casa, delle tappezzerie, mobili e oggettistica di alto valore.

Antonella Caroli
Presidente Italia Nostra Trieste

579total visits,2visits today

12 comments

  1. Hi. I have checked your trieste.it and i see you’ve got
    some duplicate content so probably it is the reason that you don’t
    rank hi in google. But you can fix this issue fast.

    There is a tool that generates content like human, just search in google: miftolo’s tools

  2. I’m not sure where you’re getting your info, but great topic.
    I needs to spend some time learning much more or understanding
    more. Thanks for fantastic information I was looking
    for this information for my mission.

  3. It is appropriate time to make some plans for the future and it’s time to be happy.

    I have read this post and if I could I desire to suggest you few interesting things
    or tips. Perhaps you can write next articles referring to this article.
    I want to read more things about it!

  4. Thanks for a marvelous posting! I definitely enjoyed reading
    it, you can be a great author.I will make sure to bookmark your blog and may come back sometime soon. I want to
    encourage you to ultimately continue your great posts, have a nice day!

  5. What’s Happening i am new to this, I stumbled upon this I
    have found It absolutely helpful and it has helped me out loads.
    I’m hoping to contribute & aid other users like its helped me.
    Great job.

  6. fantastic points altogether, you just received a new reader.
    What would you suggest about your submit that you just made a few days ago?
    Any sure?

  7. Thank you for the auspicious writeup. It in fact was
    once a amusement account it. Look advanced to more added
    agreeable from you! However, how could we keep in touch?

  8. I love what you guys are usually up too. This sort of clever work and reporting!

    Keep up the awesome works guys I’ve included you guys to our blogroll.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *